Creatività, competenza, passione sono il tuo mestiere?

Raccontalo a tutti!

Scrivi, disegni, cucini, crei prodotti bellissimi, ma ti sembra che nessuno se ne accorga? Internet può aiutarti a raccontare quello che fai, ma ci vuole un piano, buoni contenuti e tanta costanza. Io ti aiuto a scoprire come, quando, dove e cosa raccontare del tuo lavoro, mettendo in luce la tua creatività e il tuo talento.

Ho un dubbio!

Hai una domanda specifica che riguarda la tua comunicazione online e non sai a chi chiedere?
Facciamo due chiacchiere su Skype!

A che punto sono?

Hai già Facebook, Twitter, un sito, un blog, una newsletter, e vuoi capire cosa funziona e cosa no.
Con questo servizio tu mi dài tutti i tuoi contatti e io me li guardo, li studio e poi ti scrivo cosa ne penso.

Cosa scrivo?

Devi scrivere i testi per il tuo sito, la tua newsletter, i tuoi canali social. Quanto è faticoso!
Non ti preoccupare: lo facciamo insieme.

Qui mi serve un piano!

Hai dei canali social aperti ma non sai come usarli, oppure non hai ancora una comunicazione online e vuoi partire col piede giusto
Ti serve una strategia!

Sono Carlotta Borasio, mi occupo di comunicazione e aiuto le persone che lavorano con creatività, competenza e passione a raccontarsi e promuoversi online.

Ho sempre pensato che non esistono lavori noiosi, ma solo persone che non sanno raccontarlo. Sono proprio le storie a rendere tutto più interessante. E con le storie io ci lavoro da un po’.

Di cani usciti: ossia di quanto abbiamo bisogno di persone competenti in Rete

Ecco l’ennesima polemica su cosa ha detto/non detto l’Accademia della Crusca.
Però qualcosa dal PetalosoGate è cambiato. Ed è grazie al fatto che l’Accademia della Crusca ha contrastato la faciloneria, il complottismo e l’indignazione sul suo stesso campo.
Abbiamo bisogno che le persone competenti parlino, spieghino, occupino spazi.

Volevo prendere l’ascensore e invece ho incontrato il burocratese

Immaginate una giornata d’inverno: siete tutti imbacuccati in giacconi, sciarpe, scarpe di pelo di mammuth. Avete borse della spesa appese alle mani, alle braccia, al collo tipo San Bernardo. Fa freddo, talmente freddo che sperate che l’ascensore sia al piano terra...

Le storie creano connessioni (e non sempre ci fanno stare comodi)

Uno dei motivi per cui le storie sono importanti è perché ci spingono ad abbandonare le nostre scarpe per indossare quelle di qualcun altro e a metterci in viaggio. Quando leggiamo (o guardiamo o ascoltiamo) ci abbandoniamo letteralmente a un altro mondo, a un’altra...