Sei bravo? Allora (Pro)Muoviti! Un corso di social a Torino

Avete presente quel momento in cui scorrendo la vostra home di Facebook, Twitter, o Instagram vi vedete comparire davanti agli occhi un’illustrazione spettacolare, o una foto suggestiva? Magari la descrizione dice “Fatta mentre ero al telefono” oppure “In un momento di noia”. E tu vorresti spaccare tutto perché nemmeno se ti trapiantassero il cervello potresti mai fare una roba del genere. E invece per loro è un gesto naturale, quasi scontato.

Poi scopri che: non hanno sito, pagina Facebook, Instagram, neanche un account su DeviantArt. Magari hanno pochi amici, quindi le loro creazioni le vedono in pochi, ma non sempre perché la loro arte gli porta via un sacco di tempo e di energie (oh, giustamente!) e quindi sui social ci stanno proprio poco. E scopri che no, non si sentono poi così orgogliosi di quello che fanno, o lo sarebbero di più se il loro talento gli venisse riconosciuto.

A quel punto la mia obiezione è sempre la stessa:

Prima che riconosciuto, va conosciuto

Cosa fai per promuoverti e dire agli altri che esisti?

In genere qui artisti, ma anche imprenditori e creativi di vario genere, nicchiano. “Non sono tanto capace a promuovermi.” oppure peggio che mai “L’arte (o il mio prodotto) non ha bisogno di pubblicità per vendere! Prima o poi la gente se ne accorgerà perché sono bravo!” e citano alcuni dei loro miti che di questi sporchi trucchetti e mezzucci non hanno bisogno.

Sarebbe un mondo bellissimo quello in cui i più bravi vengono fuori naturalmente senza doversi promuovere: se ti vedo vuol dire che sei bravo. Altrimenti stai bene nello sgabuzzino. Però non funziona così e lo sappiamo benissimo.

Un corso alla Scuola Internazionale di Comics

(Pro)muoversi sui social

Questo è il motivo per cui ho accettato di tenere un corso alla Scuola Internazionale di Comics di Torino insieme a Laura Copelli che si chiama (Pro)muoversi sui social.

Alla Scuola di Comics di creativi, di artisti, di buone idee e di persone che meritano attenzione ce ne sono a bizzeffe, ma non tutti sanno quanto e come il web possa aiutarli a distinguersi. Sono persone che raccontano storie bellissime e/o contribuiscono a realizzarle con le loro competenze, però usciti di lì oltre a raccontare storie devono raccontare anche se stessi, quello che sanno fare e che possono offrire al pubblico e ai loro committenti.

Questo è lo scopo del corso: insegnare ai professionisti, a chiunque abbia un’attività o semplicemente una passione, a raccontarsi.

Per farlo bisogna sapere a chi ci si rivolge, cosa raccontargli e come, quali sono i canali migliori e gli obiettivi che si vogliono raggiungere, come organizzare la propria comunicazione, anche in termini pratici, per non perdere tempo.

Bisogna imparare ad ascoltare e poi a costruire contenuti efficaci, con le parole, le immagini, scegliendo il tono e il linguaggio giusto.

Promuoversi online non è facile, e non è gratis, però si può imparare.

5 cose da sapere sul corso

  • Il corso dura 36 ore, divise in 12 lezioni, una a settimana, dalle 14.30 alle 17.30.
  • Costa 550 euro (iva compresa)
    Sono previsti sconti del 50% per gli allievi e del 25% per gli ex-allievi della Scuola
  • Ogni lezione sarà costituita da una parte di teoria e da una parte di pratica
  • Non si parlerà solo di social media ma anche di newsletter, blog, di scrittura e grafica
  • La Scuola Internazionale di Comics si trova a Torino in via Borgone, 48 bis/B.
    Qui trovi tutte le informazioni che ti servono, altrimenti chiama il 011.33.49.40 o scrivi a torino@scuolacomics.it

(Pro)muoversi sui social: corso alla scuola internazionale di comics di Torino

 

Rispondi